Contenuto inserito il: 15-07-2019 Aggiornato al: 05-10-2020

Manifestazioni di sorte locali

Le pesche o i banchi di beneficenza, le tombole, le lotterie sono manifestazioni di sorte locali, regolate dal D.P.R.  430/2001, che hanno le seguenti caratteristiche:

  • pesca o banco di beneficenza: si effettua con la vendita di biglietti non a matrice, una parte dei quali è abbinata ai premi in palio. La vendita dei biglietti è limitata al territorio del Comune dove si effettua la manifestazione.  Il ricavato non deve superare la somma di 51.645,69 euro;
  • tombola: si svolge con cartelle, contrassegnate da serie e numerazione progressiva, contenenti alcuni numeri compresi tra l’1 e il 90. I premi sono assegnati alle cartelle che per prime possiedono le combinazioni dei numeri estratti. La vendita delle cartelle è limitata al Comune in cui la tombola si svolge e a quelli limitrofi. Il numero di cartelle che si possono emettere non è limitato, ma i premi in palio non devono superare, complessivamente, la somma di 12.911,42 euro;
  • lotteria: si effettua con la vendita di biglietti staccati da registri a matrice, contrassegnati da serie e numerazione progressiva. I premi in palio sono consegnati secondo l’ordine di estrazione dei biglietti. La vendita dei biglietti è limitata al territorio della Provincia. L’importo complessivo dei biglietti che si possono emettere non deve superare la somma di 51.645,69 euro, qualunque sia il prezzo del biglietto.

Ferma restando la disciplina vigente in materia di lotterie nazionali, sono consentite solamente:

  1. le pesche o banchi di beneficenza, le tombole e le lotterie promosse da enti morali, associazioni e comitati senza fini di lucro e con scopi assistenziali, culturali, ricreativi, e sportivi disciplinati dagli articoli 14 e ss. del Codice Civile e dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cui all’art. 10 del D.lgs. 460/1997, se sono necessarie per far fronte alle esigenze finanziarie dell’ente o dell’associazione;
  2. le pesche o banchi di beneficenza, le tombole e le lotterie organizzate dai partiti o movimenti politici di cui alla legge 2/1997, purchè svolte nell’ambito di manifestazioni locali organizzate dagli stessi. In caso di svolgimento al di fuori di dette manifestazioni locali, si applicano le disposizioni previste per i soggetti di cui al punto precedente;
  3. le tombole svolte in ambito familiare e privato, comprese quelle effettuate all’interno di circoli privati, organizzate con solo scopo ludico.

E’ vietata la vendita dei biglietti e delle cartelle a mezzo di ruote della fortuna o con altri sistemi analoghi.

I premi delle lotterie e delle pesche o banchi di beneficenza possono consistere solo in servizi e in beni mobili, esclusi il denaro, i titoli pubblici e privati, i valori bancari, le carte di credito ed i metalli preziosi in verghe.

Esercizio dell’attività
Per svolgere una manifestazione di sorte locale è necessario presentare, almeno 30 giorni prima, apposita comunicazione al Prefetto competente e al Comune in cui si svolge l’evento.

Prima di dare corso a tale comunicazione è necessario presentare autonoma comunicazione all’Ispettorato compartimentale dei Monopoli di Stato.
Decorsi 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione senza che l’Ispettorato adotti un provvedimento espresso, il nulla osta all’effettuazione della manifestazione si intende rilasciato.

La comunicazione non è necessaria per le manifestazioni di sorte effettuate dai partiti o movimenti politici nell’ambito di manifestazioni locali dagli stessi organizzate e per le manifestazioni di sorte indicate al n. 3 di cui sopra.

Modalità di esercizio
La manifestazione deve rispettare le modalità operative stabilite dal D.P.R. 430/2001

Modulistica

Normativa

  • D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430 “ Regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, nonché delle manifestazioni di sorte locali, ai sensi dell’articolo 19, comma 4, delle legge 27 dicembre 1997, n.449” (Titolo II);
  • 13 quinquies D.L. 30 settembre 2003, n. 269 convertito con modificazioni dalla l. 24 novembre 2003, n. 326 “ Disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell’andamento dei conti pubblici”

Per informazioni:
U.O. SERVIZI ALLE IMPRESE
Ufficio Polizia Amministrativa

Sede: Palazzo Grossi – Piazza Morlacchi, 23 – 06123 Perugia
Pec: suape@pec.comune.perugia.it 
Fax 075 5772255

Dirigente: Dott. Roberto Ciccarelli

e-mail: r.ciccarelli@comune.perugia.it
telefono: 075 5772241

Addetti al servizio:

Epifani Alessandra
e.mail: a.epifani@comune.perugia.it
telefono  075 5774019 
Minciotti Luca
e mail: l.minciotti@comune.perugia.it  
telefono 075 5772412

orario di ricevimento:
martedì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00
mercoledì dalle 15.30 alle 17.00

---------- 

Tipologie di procedimento e potere sostitutivo in caso di inerzia
Informazioni 

AVVISI

Sospensione VOLONTARIA temporanea di attività produttive per emergenza coronavirus
Campo: DataOraPubblicazione | Valore: 31/03/2020 11:50:47

ARTICOLI CORRELATI

Questionario on-line 2021 sul gradimento dei servizi resi dalla U.O. Servizi alle imprese del Comune di Perugia

Questionario aperto fino al 30 novembre 2021
Grazie a tutti coloro che vorranno collaborare