Skin ADV
Comune di Perugia - Benvenuti

  • Convivenza di fatto

  • Ultimo aggiornamento: 28/03/2017 13:28:13

Convivenza di fatto

La coppia  che intende costituire una convivenza di fatto (ai sensi della Legge Cirinnà) deve risultare già una "famiglia anagrafica" già iscritta nello stesso indirizzo del Comune di residenza. In caso contrario occorre regolarizzare la situazione effettuando la variazione di residenza. (cambio residenza).

Le persone conviventi di fatto sono per la legge due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale. La norma si riferisce quindi sia a coppie formate da persone dello stesso sesso sia da persone di sesso differente.

La dichiarazione di convivenza di fatto deve essere redatta in carta libera e sottoscritta congiuntamente da entrambe le persone. Non è possibile costituire una convivenza di fatto se le due persone sono unite da legami di parentela, affinità od adozione o se anche uno solo di loro sia tuttora legato da un vincolo di matrimonio o di unione civile.

Il contratto di convivenza di fatto è un contratto facoltativo che la legge consente di poter stipulare da parte della coppia di conviventi di fatto in cui vengono regolati esclusivamente i rapporti patrimoniali. Deve essere redatto in forma scritta a pena di nullità attraverso un atto pubblico o una scrittura privata autenticata, in questo caso occorre rivolgersi a un professionista (notaio o avvocato) che dovranno certificare che il contratto è conforme a norme imperative e all'ordine pubblico. Ai fini dell'opponibilità ai terzi il notaio o l'avvocato provvederà a trasmettere al comune il contratto entro 10 giorni dalla stipula.

Certificato di convivenza di fatto
La persona che si trova nello stato anagrafico di convivenza di fatto può richiedere il certificato anagrafico di convivenza di fatto recandosi presso uno degli sportelli URP e Attività decentrate sul territorio (sedi e orari), o attraverso il servizio digitale presente sul sito istituzionale del Comune di Perugia, certificati online.

La richiesta di cancellazione della convivenza di fatto deve essere presentata al Comune di Perugia da parte della coppia congiuntamente o solo di una delle due parti interessate qualora vengano meno i legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale. Nel caso di richiesta di cancellazione di una sola parte interessata, il Comune dovrà provvedere a inviare all’altra la comunicazione di avvio del procedimento.

La cancellazione della convivenza di fatto avviene d’ufficio, in caso di cessazione della situazione di coabitazione o di variazione della residenza di uno o entrambi i componenti della convivenza di fatto, in caso di matrimonio e unione civile.

Modulistica
Dichiarazione di convivenza di fatto

Richiesta di cancellazione della convivenza di fatto

La modulistica può essere consegnata al Comune di Perugia in una delle seguenti modalità:

Attenzione! Allegare tutta la documentazione solo in formato pdf;
l'invio telematico è consentito ad una delle seguenti condizioni:
-  che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale
-  che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente
-  che la copia della dichiarazione debitamente firmata sia acquisita mediate scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice

  • per raccomandata da spedire al seguente indirizzo:

COMUNE DI PERUGIA
U.O. SERVIZI AL CITTADINO
UFFICIO ANAGRAFE EMIGRAZIONI-CONVIVENZE DI FATTO-IRREPERIBILI
CORSO VANNUCCI, 19
06100 PERUGIA (PG) 

  • per fax da inviare al numero 0755773810;

Attenzione! Si avvisa che le dichiarazioni inviate via fax molto spesso giungono all’Ufficio illeggibili e quindi impossibili da elaborare; pertanto si sconsiglia l’invio per fax.


Riferimenti utili
Regolamento anagrafico: link »
Legge Cirinnà: link »
Circolare 7/2016 del Ministero dell'Interno: link »
Sentenza Corte di Cassazione 44182 del 18 ottobre 2016: link »
Messaggio n. 5171 dell'INPS sul trattamento pensionistico delle persone unite civilmente: link »